sabato, febbraio 18, 2006

E' sempre più... un latte che piove


Nei giorni scorsi ho girovagato in rete per farmi un adeguato background sull'argomento bukkake e ho scoperto due cose che vi propongo perché degne di nota.
La prima è la "Federazione Italiana Giuoco Bukkake"; il nome dice tutto. Sono degli stimatori e dei praticanti (a livello agonistico) delle gesta sportive inerenti la nota pratica sessuale, emuli dei più famosi atleti giapponesi. Il loro sito lo trovate qui, e ci trovate anche il calendario delle gare.
La seconda, invece, viene direttamente dalla patria del bukkake. L'ho scovata su numerozero.com (la fonte va citata per correttezza) ed è un "Auto Bukkake Kit". E qui si rasenta la malattia mentale, almeno dalle nostre parti. Si tratta di una bottiglia dal contenuto lattiginoso (e qui Immanuel con il suo "è un latte che piove" calza a pennello) che uno si rovescia addosso dove più gli piace. L'articolo originale lo trovate qui.

venerdì, febbraio 17, 2006

Lei la da... chi la prende?


Per smaltire la sbornia da Bukkake Day, vi propongo un'altra chicca di Immanuel...
Parlate di Immanuel a chiunque conoscete... questa estate Bukkake al Festivalbar!

Download Immanuel-io-la-do.mp3

giovedì, febbraio 16, 2006

Un Bukkake al mare...


Viene dal paese del sol levante questa pratica di gruppo che è l'equivalente del nostro lancio del riso agli sposi. In Giappone è tanto diffuso che ci sono scuole per addestrare gli atleti di questa disciplina che poi partecipano a veri e propri campionati. Qual'è queta disciplina? Ma il Bukkake naturalmente. Non sapete che cosa sia? Andate qui e aggiornatevi.
Questa premessa per accompagnare la presentazione di quella che diventerà sicuramente la canzone dell'estate. Sì, è una canzone fresca, che parla di amicizia, dello stare insieme e del divertirsi insieme. Insomma questa estate al mare tutti a cantere Bukkake. La canzone è opera di Immanuel, il Casto Divo e se la volete sentire la trovate qui, oppre premete play qui sotto.

Download bukkake.mp3

Questa sera Immanuel sarà ospite dalle 21:00 di Macchiaradio la radio di Macchianera.net.


domenica, febbraio 12, 2006

Ma ci fanno o ci sono?


E' uscito in questi giorni il programma di governo dell'Unione e incuriosito sono andato sul sito Repubblica.it e me lo sono scaricato e letto...no scherzo... 281 pagine di roba non le leggo manco morto. Sono, però, andato nella sezione di politica estera, incuriosito da un commento letto in rete, e mi sono letto la parte riguardante l'Iraq. Ci sono rimasto un po' male, ma chi ha scritto questa parte di programma dove è stato negli ultimi due anni?
Vi riporto la parte incriminata a pag 102:

In coerenza con il principio del multilateralismo, riteniamo necessaria la internazionalizzazione della gestione della crisi irachena, con una netta ed evidente inversione di rotta da realizzarsi con la presenza di una autorità internazionale (ONU) che superi l’attuale presenza militare e che affianchi il governo iracheno nella gestione della sicurezza, del processo di transizione democratica e della ricostruzione.
Se vinceremo le elezioni, immediatamente proporremo al Parlamento italiano il conseguente rientro dei nostri soldati nei tempi tecnicamente necessari, definendone, anche in consultazione con le autorità irachene, al governo dopo le elezioni legislative del dicembre 2005, le modalità affinché le condizioni di sicurezza siano garantite. Il rientro andrà accompagnato da una forte iniziativa politica in modo da sostenere nel migliore dei modi la transizione democratica dell’Iraq, per contribuire ad indicare una via d’uscita che consenta all’Iraq di approdare ad una piena stabilità democratica, e a consegnare agli iracheni la piena sovranità sul loro Paese.

Niente da eccepire, peccato che è già così dal 2003. L'Onu c'è già, la forza multinazionale che è in Iraq sta lì per mandato dell'Onu con gli stessi obiettivi scritti nel programma dell'Unione da 2 anni. Non ci credete? La risoluzione che autorizza la presenza militare multinazionale in Iraq è la 1511 del 16 Ottobre 2003 e non solo autorizza una forza multinazionale sotto comando unificato, ma esorta gli stati membri a contribuire alla suddetta forza multinazionale anche con l'invio di forze militari.
Vi riporto i relativi paragrafi della risoluzione che trovate completa qui:

13. Determines that the provision of security and stability is essential to the successful completion of the political process as outlined in paragraph 7 above and to the ability of the United Nations to contribute effectively to that process and the implementation of resolution 1483 (2003), and authorizes a multinational force under unified command to take all necessary measures to contribute to the maintenance of security and stability in Iraq, including for the purpose of ensuring necessary conditions for the implementation of the timetable and programme as well as to contribute to the security of the United Nations Assistance Mission for Iraq, the Governing Council of Iraq and other institutions of the Iraqi interim administration, and key humanitarian and economic infrastructure;
14. Urges Member States to contribute assistance under this United Nations mandate, including military forces, to the multinational force referred to in paragraph 13 above;

Ma è possibile che non si siano accorti? Sono forse obnubilati da una qualche posizione ideologica che non permette loro di vedere la realtà? Non ci voleva tanto, sul sito dell'Onu c'è la raccolta di tutte le risoluzioni, ce l'avranno un computer connesso ad Internet?
Omne ignotum pro magnifico... questo fatto non è più ignoto (a dire la verità non lo era neanche prima, anche se per qualcuno come avete visto lo era), quindi se sentirete qualcuno che dice che l'Onu in Iraq non c'è e quelle che stanno lì sono truppe di occupazione degli americani cattivi e dei fidi leccapiedi, non credetegli, le cose, come avete avuto modo di vedere, stanno in maniera diversa.
PS: è cominciata la campagna elettorale.

mercoledì, febbraio 08, 2006

C'è della merce in Danimarca

Tanto per chiarire, a chi non lo avesse ancora capito dai due post precedenti, come la penso sulla vicenda delle vignette e dei fatti che ne sono seguiti, vi propongo questo sito in cui sono elencati i prodotti danesi. Dal burro alla birra, dall'HiFi al LEGO. Dateci un'occhiata e se volete andate acquistare uno dei prodotti dell'elenco. Ecco tutto qui.

martedì, febbraio 07, 2006

Lettura consigliata

Vi consiglio di leggere gli articoli di questa pagina.

domenica, febbraio 05, 2006

giovedì, febbraio 02, 2006

Il giorno della marmotta

“In piedi, campeggiatori, camperisti e campanari! Mettetevi gli scarponi! Oggi fa freddo! Qui fa freddo ogni giorno! Fa freddo! Non siamo mica a Miami Beach, sai? Sì, infatti, tanto è vero che in tarda mattinata dovete aspettarvi un viaggio difficile, perché… c’è una bufera in arrivo! Una bufera in arrivo? Già! Aspetta un momento che leggo le previsioni… Dunque… il servizio meteorologico nazionale prevede… Una grossa bufera in arrivo! E’ vero! Ad ogni modo c’è un altro motivo che rende questa giornata particolarmente… particolarmente fredda… sì, fredda ma emozionante! La grande domanda sulle labbra di tutti… Sulle labbra screpolate… E va bene: quando Phil la marmotta verrà fuori, vedrà la sua ombra? Punxsutawney Phil! In gamba, marmottini e marmottoni, oggi è: il giorno della marmotta!”

Punxsutawney Phil


Se oggi la marmotta Phil, a Punxsutawney in Pennsylvania, vedrà la sua ombra, cioè sarà una gionata di sole, allora l'inverno è finito altrimenti ci aspetta ancora un periodo di freddo e gelo.
Giusto per non creare in equivoci e cadere nella esterofilia delle tradizioni come nel caso di Halloween, qui da noi oggi è il giorno della Candelora e come dice il detto, tutto il mondo è paese, infatti: "Candelora, dell'inverno semo fora, ma se piove e tira vento dell'inverno semo drento."
A quanto sembra quest'anno dell'inverno semo fora, almeno qui in Ancona.

Comunque l'occasione serve anche per ricordare il simpatico film "Ricomincio da capo" con un ottimo Bill Murray che si svolge proprio nel giorno della marmotta nel paesino dal nome impronunciabile di cui sopra.
I più attenti avranno riconosciuto che il virgolettato di prima è tratto proprio da quel film.